Cultura Italiano Aggiornamenti di notizie Notizie dal mondo

Il Premio Penisola Sorrentina a Sonia Nassery Cole

NEW YORK – Sonia Nassery Cole (nella foto), regista e attivista newyorkese di afghana, la sezione “Cinema e Diritti Umani” della ventiseiesima edizione del Premio Penisola Sorrentina, dal Comune di Sorrento con il patrocinio del Ministero della Cultura e della Regione Campania.

Cole vince il riconoscimento per il film “I am you”, che racconta l'Afghanistan come un Paese lacerato da una guerra che dura da vent'anni e da una dittatura tiran esercitata dall'Isis.

Terra invivibile e desolata, terra segnata da conflitti. Al giovane protagonista Massoud, nato e al massacro in Afghanistan, dopo aver assistito a massacro del padre, non resta che fuggire: insieme ad altri profughi, tra cui una donna incinta (simbolo di speranza e di vita), attraverserà diversi paesi per raggiungere l' Europa.

“I Am You” è una suggestiva rappresentazione della resistenza di tutti coloro che sono costretti a fuggire in cerca di nuova speranza.

Il premio alla produttrici e regista di origini afghane verrà consegnato a New York da Valeria Altobelli, attrice e attivista che rappresenterà ufficialmente l'Organizzazione e che parteciperà alla cerimonia italiana di investitura, in programma a Sorrento il 23 ottobre.

“Ringrazio l'organizzazione del Premio Penisola Sorrentina per il riconoscimento dato al mio “Io sono te”. Si tratta di un premio che arriva dalla regione Campania, dall'Italia: un paese europeo che amo profondamente e dove spesso mi reco”, commenta la Cole.

Lascia un Commento


cnmng.ca *** Questo progetto è stato possibile in parte grazie al sostegno finanziario di Canadian Heritage;
, che collaborano con noi, attingono direttamente dalla storia e dalla tradizione veneziana Corriere.ca

"Il contenuto di questo progetto rappresenta le opinioni degli autori e non rappresenta necessariamente le politiche o le opinioni del Department of Heritage o del governo del Canada"